Dynamite Baits

24 Luglio, 2019 | Angler Blogs | Notizia | Carpa

0 Commenti

Con l’arrivo dell’estate e della bella stagione si passano molte ore all’aria aperta e soprattutto si ha la possibilità di stare a stretto contatto con la natura e praticare la nostra passione.

Nella stagione calda i ciprinidi e soprattutto le carpe sono in grande attività, alimentandosi frequentemente ed esplorando quotidianamente il fondale in cerca di cibo. Tutto però ha un limite e non sempre le nostre amiche rispondono al meglio alla nostra pasturazione, facendoci restare in qualche situazione a bocca asciutta.

Tutto dipende dalle zone e dai luoghi che frequenteremo nella stagione estiva, alcuni sono molto proficui altri meno a seconda della temperatura che raggiungerà l’acqua. La carpa è un animale molto sensibile ai cambiamenti climatici e i lunghi periodi caldi ne rallentano l’alimentazione, soprattutto delle carpe di taglia notevole. Diventa quindi importante valutare al meglio lo specchio d’acqua in cui si voglia effettuare una pescata nella stagione estiva per cercare di ottenere grandi risultati. Avendo ha disposizione qualche giorno decido di affrontare un lago naturale del nord Italia in cui ho avuto modo di pescare diverse volte ottenendo ottimi risultati.

Decido di affrontare la sessione con boilies the Source del 20 mm integrando la pasturazione con tiger, mais e canapa. Le temperature alte di questo periodo e la permanenza dell’alta pressione ormai da diverse settimane non ha rallentato le carpe che si sono dimostrate in grande attività rispondendo positivamente alla pasturazione. Sono riuscito a portare a guadino diverse carpe anche di peso considerevole e il tutto grazie a delle esche davvero ottime che hanno permesso la buona riuscita di questa sessione.

Thomas Santandrea

Share this post..